Sardegna costa orientale

Cala dei Sardi Tavolara 15 m
Tavolara Porto Ottiolu 15 m
Porto Ottiolu Cala Luna 40 m
Cala Luna Cala Sisine/Cala Goloritze 7,5 m
Cala Sisine/Cala Goloritze La Caletta 37 m
La Caletta Capo Coda Cavallo 17 m
Capo Coda Cavallo Cala dei Sardi 21 m
 Ancora  Porto
TavolaraPartendo da Cala dei Sardi, in direzione sud, attraversando Capo Figari e il Golfo di Olbia, arriverete all’isola di Tavolara. Vi potrete mettere all’ancora nella baia di Spalmatore  (ottimi fondali per l’ancoraggio), proprio di fronte ad una bella spiaggia, potrete nuotare e godervi una fantastica vista. Alla sera potrete mangiare nel ristorante sulla spiaggia. La parte nord est dell’isola è interdetta alla navigazione ed è proibito l’ancoraggio per la presenza di una zona militare. Più a sud gli isolotti di Molara e Molarotto, e le famose “piscine “ meritano una sosta.
Porto OttioluScendendo ancora più a sud, troveremo San Teodoro, con la sua famosa spiaggia della Cinta e scendendo ancora raggiungeremo l’attrezzato porto Ottiolu. Qui potrete fare una sosta e scendere a terra. Nel porticciolo ci sono diversi ristoranti e pizzerie e discoteche per le notti brave.
Intorno al porto ci sono diverse spiagge raggiungibili anche a piedi dal marina.
Cala LunaNavigando ancora più a sud si trovano le Grotte del Bue Marino, dopo Cala Gonone, vi potete ancorare di fronte e fare una visita guidata all’interno della grotta, molto suggestiva! Riprendendo la navigazione si arriva a Cala Luna. La cala si presenta stretta da ripide pareti di roccia che si aprono sulla spiaggia con ampie grotte in cui trovare refrigerio dalla calura estiva. Dietro la spiaggia c’è un fiumiciattolo di acqua dolce attraversato da un ponticello di legno che porta ad una zona di servizi, ristorante e bar.
Cala SisinePiù a sud troverete Cala Sisine larga circa 200mt, rappresentando la foce di un piccolo torrente invernale che discende dalle vicine montagne, la spiaggia si apre tra le spettacolari falesie che dall’altezza di oltre 500 m scendono ripidissime a picco sul mare. È fiancheggiata da due costoni rocciosi che conferiscono a questo luogo un singolare aspetto di montagna, accresciuto dalla foresta sulle pareti della gola con i suoi secolari alberi di carrubo e leccio. Il fondale è costituito da sabbia bianca di grossi chicchi calcarei e sassi arrotondati dal mare. Le sue acque sono di un turchese cangiante per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale. Questa località si presenta dunque come una meta ideale per chi desidera immergersi, anche solo con la maschera ed il boccaglio, nelle sue acque ricche di pesci. E’ presente sulla spiaggia un ristorante.
Cala GoloritzeUno dei tratti del Golfo di Orosei dove mare e montagna si incontrano in perfetta armonia è Cala Golorizte: verso est, un mare cristallino che sfuma da un intenso blu ad un incredibile turchese vi lascerà incantati; verso sud, un arco di pietra si tuffa nelle sue acque cristalline e arricchendo ulteriormente questa scenografica insenatura.
Sempre verso sud, ma questa volta verso il promontorio retrostante, sorge Punta Caroddi. E’ una guglia alta 147 metri sul livello del mare, che svetta su Cala Goloritze con la sua affascinante forma di aquilotto.
La CalettaIl paese di La Caletta ha un porto attrezzato da cui si può raggiungere il centro del paese a piedi. La sera la strada principale della cittadina viene chiusa al traffico trasformandosi in una bella passeggiata tra bancarelle e locali.
La spiaggia di sabbia bianchissima è molto lunga e arriva sino a Santa Lucia.
Capo Coda CavalloRisalendo verso nord consigliamo una sosta nella baia di Capo Coda Cavallo, un’oasi di tranquillità a pochi passi dalla Costa Smeralda. Il panorama è mozzafiato: colori e sensazioni rimarranno indelebili nella memoria. Le spiagge sono bianche di sabbia fine circondate da scogli, calette, isolotti, lagune a ripetizione, per quanto girate non li vedrete mai tutti. Troverete sempre, con qualsiasi vento, una spiaggia col mare calmo, o sulla costa Sud o in quella a Nord, ed un angolo deserto solo per voi.